Montebruno
16998
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-16998,theme-bridge,bridge-core-2.1.7,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,hide_top_bar_on_mobile_header,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-20.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

Nel verde della Val Trebbia

MONTEBRUNO

Per i buon gustai, amanti della tradizione culinaria ligure e del verde, esiste il pittoresco comune di Montebruno, raggiungibile tramite la statale 45 della Val Trebbia. Qui vi troverete immersi in un paesaggio suggestivo, quasi fiabesco. Conosciuto in passato sotto al toponimo di Castrum Montisbruni, questo comune viene istituito nell’anno dell’unità d’Italia, ma esistono anche documenti precedenti che lo citerebbero già alla metà del XII secolo.

Castrum Montisbruni

TRADIZIONE E GUSTO

Montebruno, è uno dei  comuni ligustici più piccoli, infatti conta con solamente 228 abitanti. In passato, questo paesello contadino, era la meta di passaggio per alcune delle più potenti famiglie Genovesi, come i Malaspina, i Fieschi e i Doria che dovevano raggiungere Piacenza, oggi è la meta perfetta per chi vuole godere di riposo, fare lunghe passeggiate, non da meno per i gourmet genovesi, alla ricerca di prodotti di eccellenza.

Tra i prodotti più celebri troviamo i Canestrelli di Montebruno, dei biscotti di pasta frolla a forma di fiore, che risalgono agli inizi dell’ottocento.

Val Trebbia

Un luogo mistico dove abbandonarsi ai piaceri della buona tavola della tradizione ligure, dove poter fare bellissime passeggiate tra i borghi di Montebruno e i boschi del Parco dell’Antola.

La Signora dell’Aria

SOPHIE BLANCHARD

Sophie Armant Blanchard (Trois-Canons, 1778 – Parigi, 1819), è stata un’aeronauta francese, pioniera dell’aerostato, che atterrò proprio a Montebruno, dopo che un’ascensione dimostrativa a Milano, divenne invece un viaggio dalla Pianura al Mare, attraverso gli Appennini Liguri, con atterraggio in Val Trebbia.

 

Il nostro negozio ha deciso di omaggiarla dedicandole un’intera linea di biscotti, le Sophie di Montebruno.

Gli ingredienti utilizzati nelle nostre Sophie sono: farina, burro di crema di latte, uova selezionate da galline allevate a terra e un’aroma distintivo come nelle Sophie al caffè, o variazioni di cereali come nelle Sophie integrali o per le Sophie al Tritordeum.

“Genova”, di G. Caproni

Genova città pulita.
Brezza e luce in salita. Genova verticale, vertigine, aria scale.

Giorgio Caproni

Un poeta lungo la Statale 45 della Val Trebbia

Giorgio Caproni  poeta, traduttore ed insegnante nasce a Livorno nel gennaio del 1912. La sua non fu un’infanzia semplice: le difficoltà economiche e l’assenza del padre chiamato alle armi nella Prima Guerra Mondiale rendono i primi anni di vita di Caproni pieni di amarezze. Anche per questo motivo, al momento del suo trasferimento nel 1922 l’autore trova in Genova una nuova città natale.

La sua poesia è caratterizzata da chiarezza e concisione, in forte opposizione rispetto all’intellettualismo che sembra trasparire dai versi dei poeti ermetici che monopolizzarono la scena letteraria e poetica a cavallo tra le due guerre.

Un anti-intellettualismo che sembra essere nient’altro che la riscoperta della parola povera, «L’importante è risparmiare al massimo il rumore delle parole», affermò lui stesso.

“L’arte di preparare dolci è molto più che saper eseguire ricette alla perfezione: è un vero e proprio gesto d’amore.”

 

– Ernst Knam

Specialità di Montebruno

I CANESTRELLI

La storia dei Canestrelli di Montebruno risale all’inizio del XIX secolo, anche se si dice che questi fossero dolci da strada venduti nella Genova del Medioevo. Questi biscotti di frolla friabile e dal gusto inconfondibile, sono uno dei dolci più tradizionali della regione Liguria, un prodotto che spesso accompagna un buon tè.

Come da tradizione, la pasta frolla veniva preparata e fatta riposare per un giorno intero, questo per rendere l’impasto più elastico; una volta terminato tale procedimento veniva stesa la frolla e con gli stampini a forma di fiore venivano tagliati e disposti i Canestrelli in una teglia, pronti per essere messi nel forno, rigorosamente a legna. 

Oggi, così come in passato, nel nostro  negozio di Montebruno eseguiamo con cura questa lavorazione, creando i Canestrelli artigianali più famosi di Genova, tanto conosciuti da essere raccontati dal bravissimo Sergio Rossi nel libro “Canestrelli di Montebruno“.