Baci di dama

Baci di dama

Ecco una vera delizia per il palato: due teneri biscottini uniti da una golosa crema alla nocciola. Da provare, perché non sono i soliti baci.

LA STORIA DELL'ANTICA RICETTA
secondo Carlo

Il bacio di Montebruno è nato negli anni ’80 da una nostra idea aggiungendo le nocciole Piemonte alla ricetta della pasta frolla della nonna

IL FORNO A LEGNA

La cottura è in forno a legna ad una temperatura non troppo elevata che oscilla tra 200 °C e 220 °C. Per mantenere il calore costante usiamo legna di faggio.

La lavorazione artigianale secondo l’esperienza di Carlo:

L’impasto della pasta frolla viene fatto un giorno prima per permettere alla stessa di riposare e farle perdere elasticità. Il giorno seguente aggiungiamo le nocciole Piemonte e cominciamo la lavorazione. Una volta cotti e raffreddati vengono uniti a mano con una crema alla nocciola e confezionati.

GLI INGREDIENTI

La farina che usiamo proviene da grano italiano del “Mulino Dallagiovanna” ed è una farina debole che rende più friabile il bacio. Usiamo burro di crema di latte del caseificio “Montanari e Gruzza” ottenuto dalla panna scremata del latte con cui si produce il Parmigiano Reggiano. Le uova sono dell’ azienda agricola “Ferro” provenienti da galline allevate a terra.
Nei nostri prodotti non adoperiamo conservanti di alcun genere e la data di scadenza è di circa tre mesi. Per quanto riguarda la conservazione è bene che il prodotto venga tenuto chiuso e al buio nel contenitore da noi fornito.

I Baci di Carlo

Antico Forno a Legna  da Carlo