Crostata

Crostata

Ecco l'unione perfetta fra il gusto intenso della pasta frolla e il profumo della frutta vera; nella ricca farcitura di marmellata.

LA STORIA DELL'ANTICA RICETTA
secondo Carlo

La crostata fu la prima torta che la nonna Romilda faceva insieme ai canestrelli. Nel periodo estivo, quando la frutta era abbondante, la nonna faceva la marmellata per farcire le torte. Penso’ inoltre di fare delle crostatine piccole per la merenda dei bambini che andavano a scuola. Noi abbiamo mantenuto la ricetta e la tradizione pensando a lei.

IL FORNO A LEGNA

La cottura è in forno a legna ad una temperatura non troppo elevata che oscilla tra 200 °C e 220 °C. Per mantenere il calore costante usiamo legna di faggio.

La lavorazione artigianale secondo l’esperienza di Carlo:

L’impasto della crostata e’ la nostra pasta frolla classica ottenuta dalla lavorazione della farina con burro, zucchero e tuorlo d’uovo. La farcitura viene messa a mano e terminata per essere pronta alla cottura

GLI INGREDIENTI

La farina che utilizziamo proviene da grano italiano ed e’ una farina “debole”, non di forza, che permette alla pasta frolla di essere più’ friabile.
Adoperiamo burro di crema di latte ottenuto dalla scrematura del latte con cui si produce il parmigiano reggiano.
Usiamo confettura di albicocche, ciliegie e frutti di bosco di ottima qualità con una percentuale di frutta del….
Gli ingredienti che usiamo sono: farina per i lievitati, burro di panna fresca, zucchero e lievito